An international cultural project: the first worldwide design libraries network for university, companies, designers and media.

NOT SUPPORTED - download a file NOT SUPPORTED - download a file

We would like to thank the publishing companies and supporters who have provided books and magazines.

  • National
  • Abitare
  • Agepe
  • Alberto Greco Editore
  • Apogeo
  • Allemandi
  • Auto&Design
  • Clean
  • Corraini
  • Cosmit
  • DDE
  • Domus Academy
  • Editoriale Domus
  • Editrice Compositori
  • Edizioni Habitat
  • Edizioni Fiera Milano
  • Edizioni Rdesignpress
  • Ergonomia
  • Electa
  • Feltrinelli
  • Franco Angeli
  • Hachette
  • Hoepli
  • Ikon Editrice
  • Il Sole 24 Ore
  • Impackt
  • Interni
  • IQD Inside Quality Design
  • Label
  • L’Arca
  • Laterza
  • Lupetti
  • Mancosu
  • Marsilio
  • Mondadori
  • Motta Architettura
  • Polidesign
  • Popai
  • RCS
  • Reed Business
  • Silvana Editoriale
  • Skira
  • International
  • Arnoldsche Art Publishers
  • Assouline
  • Azure
  • Blueprint
  • Clear Magazine
  • Detail
  • Frame
  • Icon
  • I.D.
  • Intramuros
  • Monitor Magazine
  • Objekt
  • Permanent Food
  • Phaidon
  • Select Magazine
  • Surface
  • StylePark
  • Taschen
  • The Mix Residence

We would like to thank all the donors who have generously contributed to create the DesignLibrary archives in Milan and abroad.

  • Alberto Bassi
  • Alessandra Laudati
  • Anna Casati
  • Anna Ferrieri Castelli
  • Art Book
  • Cesare Secondi
  • Clara Mantica
  • Corraini Arte Contemporanea Edizioni
  • Cosmit
  • Cristina Morozzi
  • Daniele Lorenzon
  • Design-italia
  • Editrice Abitare Segesta
  • Ergo per comunicare all’estero
  • Francesco Fois
  • Franco Angeli Edizioni
  • Giulio Castelli
  • Luca Fois
  • Manuela Cifarelli
  • Map
  • Marco Piva Studio
  • Marta Meda
  • Massimo Morozzi
  • Nicola Castelli
  • Ordine degli architetti
  • Patrizia Scarzella
  • Raimonda Riccini
  • Tersilla Giacobone
  • Valerio Castelli
  • Irene Tchimorin
  • Raymond Zujus
  • Rūta Valušytė
  • Centras magazine
Head officeLatitudeLongitudeZoom levelShow infowindowText
Milano45.455689.1684515true

Milano
via Savona, 11
20144 Milano (IT)
biblioteca@designlibrary.it
+390249537410

Head officeLatitudeLongitudeZoom levelShow infowindowText
Shanghai31.2213121.44415true

Content B1

Head officeLatitudeLongitudeZoom levelShow infowindowText
Istanbul41.020228.949615false //
Head officeLatitudeLongitudeZoom levelShow infowindowText
Kaunas54.89970423.96152915true

KTU Santakos valley - science, technology and business centre

K. Baršausko g. 59, Kaunas LT - 51423, Lithuania

info.kaunas@designlibrary.it

+370 6717 3070

An international cultural project: the first worldwide design libraries network for university, companies, designers and media.

NOT SUPPORTED - download a fileNOT SUPPORTED - download a file
< back

i Giovedì del Design n.209

Il guizzo e la griglia

Ospite: Antonio Macchi Cassia • Moderatori: Raimonda Riccini, Giovanni Anceschi

ingresso gratuito per gli associati · free entrance for members

Guizzo e griglia: due facce della stessa medaglia che caratterizzano il pensare e l’agire di Antonio Macchi Cassia, designer. La sua carriera iniziata come grafico per La Rinascente e prosegue nel settore del design industriale (Siaf e Studio Bonfanti). Diventa socio ADI nel 1967 e due anni dopo inizia la sua ventennale avventura professionale più impegnativa e importate presso la Olivetti, che affianca al lavoro in Studio. La sua attività prosegue poi con collaborazioni e consulenze per varie aziende, l’impegno nel Comitato Direttivo ADI e la didattica presso il Politecnico di Milano. Negli anni riceve diversi riconoscimenti e premi.
Definito da alcuni come “designer fuori dagli schemi”, rivela una grande attenzione nella ricerca rigorosa di soluzioni per ottenere dagli oggetti e i prodotti della quotidianità il massimo in qualità ed efficacia.
Nel “fare” del designer unisce tre aspetti; l’idea di una “griglia di riferimento”, uno schema, seppur non fisso, di vincoli della cultura industriale e di svariati codici (semiotici,sociologici), elemento necessario per delimitare il campo d’azione e definire gli obbiettivi di lavoro; il concetto di guizzo, elemento imprevisto, una scoperta che permette al designer di osservare il suo progetto da un punto di vista impensato, dandogli talvolta una soluzione nuova, inaspettata e curiosa, che trova il suo esplicarsi nel metodo bricolage. Fa da cornice a questi elementi la continua formulazione ed elaborazione concettuale. Nella progettazione e produzione di Antonio Macchi Cassia i tre elementi non hanno un ordine di comparsa fisso, ma come un attore sulla scena durante una spettacolo teatrale, a turno entrano, escono, rientrano, scompaiono per poi riemergere all’improvviso, direbbe Calvino, “come un guizzo…”.

 

testo di: Marina Boldini

1983 Personal computer portatile M10 - Olivetti (con Perry King)

1969 Lampada da tavolo Gravita - Stilnovo

2009 Lampada per spazi pubblici Dogma 46 e 66 - IBT Lighting spa (con Piero Castiglioni)

BIOGRAFIA

Antonio Macchi Cassia, Milano, 1937.
Grafico presso l’ufficio pubblicità de La Rinascente di Milano (1960).
Libera professione come grafico (1960/61).
Progettazione meccanica nell’ufficio tecnico della società Siaf di Milano (1962/63).
Attività di ricerca sull’applicazione delle resine epossidiche negli impianti industriali con la società Farbwerke Hoechst di Francoforte (1963/64).
Direzione lavori presso gli stabilimenti Anic di Gela e Ferrandina per la società Siaf di Milano (1964/65).
Progettazione e realizzazione di un impianto pilota per l’applicazione delle resine epossidiche, brevetto Hoechst-Siaf (1966/67).
Partner nello studio Bonfanti-Macchi Cassia-Porta (1968/70).
Consulente della Ing. C. Olivetti &C. s.p.a. per il settore Industrial Design (1968/93).
Studio di progettazione con l’arch. Roberto Beretta (1971/92).
Nel 1985 fonda con tre amici Imaplast s.r.l. dedicata allo stampaggio di materie plastiche e all’assiemaggio di prodotti disegnati e non dallo studio.
Attualmente titolare dello Studio Macchi Cassia a Milano.

 

HA COLLABORATO CON:
Amplaid, Arteluce, Artemide, Ascensori Falconi, Burgo Scott, Condor, Crouzet, Di.W.S., Elis, Eliocell, Euroconf, Focchi, IBT Lighting, La Rinascente, Mellin d’Italia, Nordica, Olivetti, Piazza, Plastic Screen, Radiomarelli, Raff, Ricciarelli, Serono, Steiner Company Int., Stilnovo, Tecno, Toscana Gomma, Tosimobili, Total, Vetreria Etrusca, Vittoria.

 

CARICHE E RICONOSCIMENTI
Dal 1967 Socio ADI (Associazione Disegno Industriale)
Partecipa ai Congressi ICSID di Londra nel 1969 e di Ibiza nel 1971
Presente nella Collezione Permanente del Museo d’Arte Moderna di New York
Ha collaborato alla XV edizione della Triennale di Milano
Presente nel Museo del Design della Triennale di Milano
Selezionato alla V e VII Biennale di Lubiana
Dal 1971 al 1973 membro del Comitato Direttivo ADI
“Design del mese”, Bolaffi Arte (1978) con Roberto Beretta e Ugo La Pietra
Selezionato con sei prodotti al Premio Compasso d’Oro (1979)
1° Premio Smau Industrial Design (1980)
Selezionato con due prodotti al Premio Compasso d’Oro (1981)
1° Premio Smau Industrial Design (1983) con Perry King
Selezionato Premio Smau Industrial Design (1983) con Ettore Sottsass
1° Premio Smau Industrial Design (1984)
Selezionato XVI Premio Compasso d'Oro (1991) con Enrico Quell

1° Premio Smau Industrial Design (1993) con Michele De Lucchi e Enrico Quell

Dal 1993 al 1996 membro del Comitato Direttivo ADI
Presente nel Design Index ADI 1998-99 / 2000
Selezionato al Premio Compasso d’Oro (2001)
Dal 1993 membro del “Giurì del Design”
Dal 1995 al 1998 consulente della rivista StileIndustria ADI
Dal 1997 al 1999 Vicepresidente ADI
Dal 1998 al 2007 responsabile del Comitato di Coordinamento del Dipartimento Progettisti ADI
Dal 1998 al 2000 membro della Commissione Design Index ADI
Dal 2000 al 2003 membro del Consiglio di Amministrazione del Consorzio Poli Design del Politecnico di Milano
Dal 2001 al 2004 membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione ADI per il Design Italiano
Menzione d'Onore al XXII Premio Compasso d'Oro (2011) con Piero Castiglioni
Dal 2005 al 2013 membro della Commissione Tematica Design per il lavoro ADI INDEX

 

DIDATTICA
Ha tenuto corsi e lezioni presso l’Istituto Europeo di Design di Milano, l’ISIA di Roma e l’Instituto Tecnologico de Canarias S.A. Dal 1994 Prof. incaricato presso il Politecnico di Milano, Facoltà di Architettura, Corso di Laurea in Disegno Industriale, ora Scuola del Design. Negli anni 2006/2007 - 2007/2008 Professore presso il Master in Design Medicale dell'Università IUAV di Venezia.